Gestire un sito di commercio elettronico (altrimenti noto come sito web e-commerce) è senza dubbio una delle attività che, appoggiandosi ai principi della New Economy, ha saputo portare sempre più interesse nelle dinamiche tra impresa e cliente finale, che ha la possibilità di ordinare piccole, medie o grandi quantità di merci direttamente da casa con un solo click.

Come funziona un e-commerce?Scopriamolo assieme. Buona lettura fan di Tecnologia365!

Un tipico sito di e-commerce è strutturato in maniera da permettere una veloce consultazione delle novità proposte, grazie ad una vetrina espositiva che di norma coincide con la home page. Da questo punto in poi, è possibile effettuare ordini semplicemente attraverso l’utilizzo di un pratico “carrello virtuale”. Quest’ultimo si occuperà di tener conto degli ordini effettuati e del subtotale degli acquisti, fino alla finalizzazione dell’azione di compravendita, che avverrà con un click di conferma da parte dell’interessato.

In ambito e-commerce, a questo punto, ci aspetteremo da parte del sito dell’impresa presso la quale effettuiamo l’ordine, una gestione magazzino e politiche di spedizione adeguate e proporzionate al ramo di attività svolta e, soprattutto, al volume del traffico da affrontare. Gestire un magazzino per e-commerce richiede un conteggio attento delle scorte e una cura diretta e a lungo termine dei prodotti, in modo che non lascino il luogo fisico di stoccaggio in condizioni non standard, come ad esempio con confezioni rovinate o addirittura con caratteristiche non corrispondenti a quanto ordinato dal cliente, con ovvia insoddisfazione di quest’ultimo.

Per gestire al meglio il magazzino e-commerce, la tecnologia ci viene ovviamente in aiuto: sono disponibili infatti numerosi software gestionali per magazzino capaci di tener conto, oltre che degli stock dei prodotti disponibili, anche del numero di imballaggi rimasti, degli ordini effettuati e generalmente una serie di parametri capaci di facilitare la spedizione rapida ed efficiente verso la destinazione scelta. Alcune grandi società dispongono dei cosidetti magazzini automatici dove ogni operazione, dall’arrivo dell’ordine alla spedizione del pacco, non vede l’intervento umano.

La pianificazione delle vendite tramite e-commerce prevede inoltre un’attenta strategia relativa alle destinazioni a cui far pervenire i beni, cercando di attingere in maniera ragionata dalle giacenze di magazzino. Anche in questo caso ci si affida a software di logistica integrata, arrivando così a gestire la vendita tramite canali classici così come quelli informatizzati, che riscuoteranno certamente sempre più consenso.